Viaggi

Ah, il polacco, che lingua meravigliosa… – Szczecin

Ciao amici! Avete tirato fuori i piumoni per ripararvi dal “freddo”? Non so da voi, ma qui a ‘Gra il tempo è pessimo e, davvero, tra il vento e la pioggia sembra di essere tornati a novembre.

Questo tempo così balordino mi ha fatto tornare in mente una gitarella “fuori porta” fatta con padroncina e un suo simpatico amichetto durante il nostro periodo berlinese. Anche allora, a Berlino, il tempo era davvero birichino e allora decidemmo di lasciare per qualche ora il sacro suolo crucco per approdare in terra straniera.

Con l’articolo di oggi vorrei quindi parlarvi di una bella cittadina polacca, Stettino.

Situata a nord-ovest della Polonia, sul confine con la Germania, e attraversata dal fiume Oder, Szczecin, questo il suo nome in lingua polacca, è con i suoi 400.000 e oltre abitanti, la settima città più grande del Paese, oltre a ospitarne il secondo porto più grande.

La città, che dista solo 130 km da Berlino e 65 km dal Mar Baltico, era situata, un tempo, nel cuore della Pomerania, regione storica e geografica comprendente il nord della Germania e la Polonia.

Non sto qua a tediarvi con la storia di questa simpatica cittadina, che potete tranquillamente leggervi sulla sua pagina wikipedia (soprattutto perché ha una storia davvero molto lunga e articolata…)… preferisco mostrarvi brevemente quello che è possibile fare, vedere ma soprattutto degustare in questa città.

Molte sono le cosine da vedere in questa città (che, si, lo ammetto, presenta molti aspetti delle ex città dell’Unione Sovietica) ma, dal mio punto di vista, i siti più interessanti sono:

– La chiesa di San Giovanni Evangelista, costruita da Grey Friars nel XIV secolo;

P1190061

– Il vecchio municipio e la sua splendida piazza, ospitante oggi il museo della città di Szczecin;

P1190070

– Il Castello dei Duchi di Pomerania, fatto costruire dal duca Barnim III nel XIV secolo, ampliato nel XVI secolo, gravemente danneggiato durante il secondo conflitto mondiale e risanato dai russi dopo il conflitto;

P1190077

– Il Museo Nazionale di Stettino, progettato da Wilhelm Meyer-Schwartau ed eretto tra il 1907 e il 1912, ospita oggi il Museo Marittimo e il teatro “Wspòlczesny”;

P1190093

– Il “Zachodniopomorski Urząd Wojewódzki w Szczecinie” (vi sfido a pronunciare il nome!!!), sede del “voivodato”, costruito tra il 1906 e il 1911 come sede delle autorità governative di Stettino;

P1190097

Ovviamente, da bravo orsetto goloso, non mi sono limitato a fare l’orsetto turista erudito, nono! Ho anche riempito per benino il mio panciotto! Ma per me, amante delle cose buone, ma soprattutto dei prodottini locali, anche la gastronomia è turismo!

A Stettino è infatti obbligatorio assaggiare il “Pasztecik”, una robina frittafrittafritta e ripiena di nonsisabenecosa, nati nel 1969, in pieno periodo comunista, per cibare velocemente i soldati russi.

IMG_0457

Oggi, in città, sono nati tanti posticini che propongono questa robinia buona ma il posto più famoso è sicuramente quello situato in Wojska Polskiego. Il localino è proprio stile “comunista” ma che dire… a modo suo splendido!

IMG_0461

… io e padroncina avremmo voluto anche assaggiare la “starka”, una tradizionale vodka fabbricata in città, ma l’amichetto della padroncina ce l’ha categoricamente vietato, sigh.

Che dire, quindi, di Stettino? E’ una bella città, che merita sicuramente un giretto.

Inoltre, a livello turistico, è davvero ben organizzata! Infatti, da questo punto di vista, la prima informazione che vi posso dare è quella di seguire le linee rosse che, partendo dalla stazione dei treni, guidano i turisti attraverso i principali monumenti e siti della città!

Inoltre, vi consiglio di fare un saltino in uno dei centri informazioni turistici presenti nel centro storico (noi siamo stati in quello del castello, dove la voglia di vivere, devo ammetterlo, dilagava proprio…), dove potrete recuperare una bella guida gratuita della città. Ottimo, no?

Se volete vedere altre fotine di questa bella città vi invito a fare un’occhiatina al Flickr del mio simpatico amichetto!

Bene, amici del Pachullino vostro caro, vi saluto e, come al solito, vi ringrazio per l’attenzione e… Alla prossima, con un nuovo, scoppiettante articolleto!

Info:
Portale turistico della città: www.szczecin.eu/en

Annunci

2 thoughts on “Ah, il polacco, che lingua meravigliosa… – Szczecin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...