Berlino/Viaggi

Il Parlamaaaaanto – Reichstag

Eccoci qua, amici del Pachullino vostro preferito, che torna a parlarvi di Berlino e della sua nuova vita cruccosa.

Quello di cui vorrei parlarvi oggi riguarda da vicino la vita politica, non solo della bella città in cui sto vivendo, ma di tutta tutta la Germania.

Come vi avevo accennato precedentemente, padroncino ha abbandonato per un paio di giorni la propria casuccia brianzola, accompagnato dal fedelissimo PaP, e ha raggiunto me (ma soprattutto la padroncina) qui in città per un bel weekend all’insegna di cibo e giretti.

Durante la sua permanenza abbiamo avuto l’onore di visitare niente poppò di meno che il Reichstag, ovvero la sede, dal 1999, del Parlamento tedesco.

P1170789

Questo gigantosissimo edificio, realizzato nel 1894 da Paul Wallot, è stato protagonista di numerosissimi eventi importanti nel corso della storia tedesca. E’ dalle sue finestre che Philipp Scheidemann proclamò, subito dopo la Grande Guerra, la nascita della Repubblica di Weimar; è a causa del suo incendio, il 27 febbraio 1933, che quell’antipaticone di Hitler, dopo aver incolpato i comunisti, prese potere sulla città e, per poco, sul mondo intero. E’ da qui che, a mezzanotte del 2 ottobre 1990, venne proclamata la riunificazione della Germania. Ed è qui che, oggi, vengono prese le decisioni più importanti per il buon vivere del popolo tedesco.

Il suo aspetto attuale è dovuto ad un pesante restauro curato da Lord Norman Foster, che lo trasformò in un super complesso all’avanguardia, mantenendo la struttura esterna e aggiungendo qualcosa di davvero unico e straordinario: una cupola di vetro.

P1170806

Dell’edificio originale rimane quindi soltanto la struttura e la scritta “Dem Deutschen Volken”, ovvero “al popolo tedesco”, aggiunta alla facciata dell’edificio nel 1916.

All’interno del Reichstag, precisamente sulla terrazza della cupola, è possibile prendere in presto una mini-audioguida “automatica”, disponibile in moltissime lingue; questa guida permette di avere maggiori informazioni sulla vita “politica” dello Stato tedesco, permette di avere informazioni sulla cupola in sé e permette di riconoscere nel migliore dei modi le strutture che si vedono da essa. Davvero una cosa straordinaria! Tutto questo… senza sborsare un singolo centesimo!!!

P1170794

Il Reichstag, infatti, è, non solo aperto SEMPRE al pubblico, ma soprattutto gratuito. L’unica cosetta che va fatta prima di partire, se si decide di salire sulla cupola, è prenotare (possibilmente  con qualche dì di anticipo, per non rischiare di rimanere a bocca asciutta!).

Ah, e mi raccomando: niente brugole! Padroncino (senza saperlo) ne aveva una piccina in tasca e per poco non ci facevano accedere! Ma alla fine non abbiamo capito cosa ci stavano dicendo, hanno capito che non sapevamo di avere in tasca una brugolina e ci hanno fatti entrare lo stesso!

Quindi, che dire, amici cari? Tutti a visitare il Parlamaaaaanto!

Annunci

2 thoughts on “Il Parlamaaaaanto – Reichstag

    • Ahah e’ tipo un cacciavitino! Non so se ti e’ mai capitato di montar mobili dell’ikea… In sostanza lui aveva in tasca quel cosino che si usa ogni tanto x avvitare i mobili!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...