Ricette

In cucina con Pachulli – Farfalline di frolla al timo selvatico

Torna la rubrica dello chef Pachulli e questa volta si parla di… biscotti! E, se proprio vogliamo essere precisi, nel post di oggi si parlerà di biscotti di pasta frolla al timo selvatico.

Ma prima di condividere con voi la ricetta di cotanta bontà, una piccola parentesi: ho scoperto questa semplicissima ricetta durante il mio soggiorno nella Valle di Primiero, della quale ho lungamente già parlato nei post precedenti (e della quale continuerò ancora per un po’ a parlare, quindi mettetevi l’anima in pace e rassegnatevi), grazie alla meravigliosa Marina dell’azienda “L’Orto Pendolo” di Ronco, nella Valle del Vanoi (la verdeggiante e splendida Vallata accanto all’altrettanto meraviglioso Primiero). L’Orto Pendolo è una piccola ma geniale realtà (che spero di visitare prestissimo!) dove vengono coltivati ortaggi, cereali di montagna e lino, dove le piante officinali e aromatiche vengono raccolte seguendo il calendario lunare, vengono essiccate e selezionate per poi creare fantastici cosmetici alle erbe… e non solo!

Infatti, le erbe aromatiche sono state le protagoniste di due incontri tenuti dalla simpatica Marina nel periodo di mia permanenza lassù sulle dolomitiche montagne: il primo, a Villa Welsperg, durante l’incontro “L’erbario dei semplici”, organizzato dal Parco Paneveggio – Pale di San Martino per il ciclo di incontri “Le domeniche di Val Canali”, appuntamenti domenicali dedicati all’approfondimento di alcune tematiche naturalistiche e culturali; durante questo incontro, in compagnia di Marina, abbiamo raccolto alcune specie locali e realizzato un piccolo erbarietto;

P1170198

il secondo incontro, organizzato a Fiera di Primiero da Fiera Insieme era invece dedicato alla realizzazione di una ricettina “storica”, nel senso che la ricettina proposta ha una vera e propria storia, che non ricordo (siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiigh) ma che un giorno richiederò a Marina, sisi! Va beh, comunque, i biscottini che ci sono stati proposti (realizzati dalla Pasticceria Simion di Fiera di Primiero e dall’Orto Pendolo) non erano altro che semplici (ma appetitosiiiiissimi) biscottini di pasta frolla, ai quali sono state aggiunte delle erbe aromatiche. Durante il corso abbiamo potuto degustare tre diversi tipi di biscotti, ovvero quelli alla melissa, quelli alla menta e quelli al timo selvatico.

Tra tutti, quelli che io, padroncino, padroncina e i suoi simpatici genitori abbiamo apprezzato di più sono stati quelli al timo selvatico e quindi, una volta tornati a casa, ho convinto padroncina (nella sua prima giornata di libertà post Gran Premio d’Italia) a realizzarli.

Quindi, basta divagare, e sotto con la ricettina!

Ma, prima di tutto, gli ingredienti:

– ½ kg di farina;
– 3 uova intere (biologiche, mi raccomando!);
– 150 g di zucchero (ho usato quello bianco perché non avevo quello di canna, sigh…);
– 150 g di burro a temperatura ambiente (io volevo usare il famoso Botìro di Primiero di Malga ma la padroncina me l’ha vietato perché vale tanto quanto l’oro e, in caso i biscotti non fossero venuti bene, sarebbe andato sprecato…);
– 5 g circa di timo selvatico essiccato (o l’erba aromatica scelta);
– un pizzichino di sale;

Non ho usato né vanillina, né scorza di limone… avrebbero rovinato il sapore dei biscottini.

Prepararli è semplice ma non esattamente velocissimo. Prima cosa da fare è unire zucchero e timo selvatico e lasciarli conversare per un po’… si conoscono… si apprezzano… si amano… da cosa nasce cosa… insomma, avete capito.

Prendete poi il burro e sbriciolatelo nella farina; a questo punto, su una spianatoia, versate farina e burro e fate un bel bucone, unite le uova, il pizzichino di sale e lo zucchero timoso. Impastate impastate impastate finché ottenete una bella palla liscia, che lascerete riposare per almeno una mezz’oretta nel frigorifero.

Passato il tempo necessario, preparate stampini e… al via con le formine! Noi abbiamo utilizzato un bicchiere, una tazzina da caffè ma soprattutto le fantastiche formine a farfalla che avevo già usato per la Crostata della Lena.

Fatti i biscotti, infornate per 15 minutini circa a 180°.

Et voilà, le farfalline di frolla al timo selvatico eccole qua!

P1170192

Desidero ringraziare ancora una volta la Marina per aver condiviso con noi i suoi saperi e per averci donato questa meravigliosa ricetta e… alla prossima, con una nuova ricetta dello chef Pachulli!

Info:
L’Orto Pendolo: http://lortopendolo.blogspot.it/
Parco Paneveggio – Pale di San Martino: www.parcopan.org 

Annunci

One thought on “In cucina con Pachulli – Farfalline di frolla al timo selvatico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...