Viaggi

Sulla sponda del Lago di Benaco… (mi sono seduto e ho fatto bau!)

E rieccomi qua! … si, lo so, sono passati secoli dall’ultima volta che mi sono fatto vivo… ma devo ammettere di aver avuto una vita da orsetto superimpegnato in questi ultimi mesi e non sono quindi riuscito né a fare viaggetti interessanti, né a trovare il tempo di raccontarvi qualcosa.

Ora però, si torna al lavoro! E questo grazie al mio ultimo simpatico soggiorno tra Veneto e Trentino.

Vi racconterò ciò che ho fatto e visto in più post, altrimenti diventerebbe piuttosto lungo e incomprensibile perché sarà pure iniziato l’anno nuovo, ma io sono sempre il solito orsetto coccoloso prolisso!!

Il post di oggi vorrei dedicarlo alla zona dove eravamo alloggiati, vale a dire sulla sponda veneta del Lago di Garda, anzi, chiamiamolo con il suo vero nome: Lago di Bènaco. Si, ho messo l’accento perché una sera la mia padroncina ha fatto una figuraccia coi suoi amichetti chiamandolo Benàco, che vergogna!  … in realtà la pronuncia esatta è proprio Benàco, ma nel dialetto locale si mette l’accento sulla e, quindi, essendo io amante dei dialetti e delle tipicità, ho deciso che lo chiamerò Bènaco.

lago_di_garda_mappa

Il lago in questione è il maggiore lago italiano, con una superficie di circa 370 kmq. In epoca romana era chiamato proprio Lago di Benaco, mentre oggi viene chiamato Lago di Garda, prendendo il suo nome dall’omonimo paesello che in epoche antiche era evidentemente il centro più importante tra tutti i borghetti intorno al lago, cosa che mi spinge a pensare che il prossimo nome del lago sarà Lago di Gardaland!

Il toponimo Garda, con il quale è chiamato il lago già in alcuni documenti dell’VIII secolo, è l’evoluzione della voce germanica warda, ovvero “luogo di guardia” o “luogo di osservazione”, mentre il toponimo Benaco deriva da Benācus lacus, sembra avere origini celtiche e dovrebbe derivare da bennacus, confrontabile con l’irlandese bennach, e significherebbe “cornuto”, ovvero dai molti promontori.

Il lago bagna tre Regioni: Lombardia (Provincia di Brescia), Veneto (Provincia di Verona) e Trentino-Alto Adige (Provincia autonoma di Trento). Come vi dicevo, per il momento vi parlerò solo della parte veneta e prossimamente della parte trentina; questo in quanto non ho ancora avuto il piacere di visitare la parte lombarda, anche se i miei padroncini mi hanno giurato, grazie ai miei continui capricci fastidiosi, di portarmici, prima o poi!

Quindi, partiamo con il racconto: durante la nostra permanenza abbiamo visitato tre paesini dei tanti che si susseguono nei 50 km di sponda veneta, detta anche “Riviera degli Ulivi” per la coltivazione degli ulivi che viene da secoli praticata in queste zone. I paesi che ho visitato sono: Garda, Bardolino e Malcesine.

Devo ammettere che tutti e tre i paesini meritano davvero una visita, credetemi, sono davvero caratteristici e molto simpatici, nonché molto diversi tra loro:

Garda è un borgo che si sviluppa in un piccolo golfo tra due promontori molto particolari: uno molto alto, quasi a strapiombo sull’acqua e sul quale si trova una sorta di piccola fortificazione e l’altro più basso che scende dolcemente verso il lago prendendo una forma che secondo me ricorda la testa di un coccodrillo gigante! Il centro di Garda è poi caratterizzato da una lunga spiaggia di sassi, un bellissimo lungolago con una vista molto pittoresca sui promontori e un centro storico molto stretto, composto da piccoli vicoli molto stretti e molto bui, ma nonostante tutto molto particolari;

P1150723

Uno scorcio della piazzetta di Garda

Bardolino è molto simile a Garda, ma ha spazi molto ampi, un’apertura sul lago molto vasta con un lungolago bellissimo e strade decisamente più larghe rispetto a Garda, con una bella piazza e una bella via che sembra quasi un corso;

P1150389

La piazza di Bardolino e il suo “corso”

Malcesine è quasi “montanara”, essendo caratterizzata da un sali-scendi di vicoli stretti pavimentati con un bel selciato, da un bel castello e una breve passeggiata sul lago.
Nella loro diversità sono tutti davvero interessanti e caratteristici!

(purtroppo di Malcesine non ho foto, ma la prossima volta che ci andrò la farò sicuramente!)

Essendo poi il periodo natalizio-capodannoso, ognuno dei paesi sul lago offre ai propri facoltosi visitatori (russi e tedeschi, per la maggiore) tante possibilità di svago: a Garda abbiamo avuto la possibilità di visitare le bancarelle dei mercatini che offrivano in modo particolare cibo e, tra il 31 dicembre e il primo di gennaio, abbiamo assistito allo spettacolo pirotecnico sul lago, seguito da (buona) musica live;

P1150364

Fuochi d’artificio sul Lago di Benaco, a Garda!

a Bardolino abbiamo visitato i mercatini situati lungo la sponda del lago insieme a una bella pista di pattinaggio sul ghiaccio e tante, ma proprio tante decorazioni natalizie. Malcesine l’abbiamo vista un po’ di fretta, quindi non so dirvi cosa c’era di bello nataloso da vedere, ma essendo, forse, la cittadina più grande, sicuramente c’era qualcosa di interessante da vedere e fare.

Beh, che dire? Vi invito a venirmi a trovare su Facebook per vedere le altre foto sul Lago di Benaco e mi raccomando, cliccate su “mi piace” per seguire i miei spostamenti e le mie peripezie!

… e per ora, bau a tutti, ci vediamo al prossimo post!

Per info:
VisitGarda, sito ufficiale del Lago: www.visitgarda.com
Sito della comunità del Garda: www.lagodigarda.it
Sito ufficiale del Comune di Garda: www.comunedigarda.it
Sito ufficiale del Comune di Bardolino: www.comune.bardolino.vr.it
Sito ufficiale del Comune di Malcesine: www.comunemalcesine.it

Annunci

One thought on “Sulla sponda del Lago di Benaco… (mi sono seduto e ho fatto bau!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...