Viaggi

Un’impepata di Pachulli! – Gargano

Il freddo di questi ultimi giorni, qui in Brianza, mi ha spinto ad iniziare il mio nuovo racconto sulle – ormai lontane – vacanze estive da me effettuate in compagnia dei miei simpatici padroncini.
Il mio lungo girovagare mi ha portato, nel mese di settembre, a visitare un’altra Regione meravigliosa del nostro Bel Paese: la Puglia.

Per essere più precisi, ho visitato quella parte della Puglia chiamata Gargano, ovvero la subregione della Puglia corrispondente alla parte orientale della Provincia di Foggia.

Il nome “Gargano” è un nome ricco di storia e caratterizzato da molte leggende… infatti non si sa esattamente da cosa derivi, ma per maggiori informazioni vi consiglio di leggere questa simpatica pubblicazione.

Ma non vi voglio annoiare con queste storie, voglio subito raccontarvi quello che ho visto e fatto durante la settimana di permanenza in queste zone.

Durante la mia vacanza marinara alloggiavo in una bellissima casa vacanze nei pressi di Peschici, la cittadina che io ritengo più bella del Gargano. Da questo posto si può davvero visitare in lungo e in largo il Gargano, sia a livello “marittimo”, sia a livello “naturalistico”, sia a livello “culturale”.

Per quanto riguarda il mare vero e proprio, posso dire di aver visitato parecchie spiagge, alcune famose altre un po’ meno; tra queste, le più belle in assoluto sono:

La Cala del Turco

La Chianca

Portogreco

Alcune di queste spiagge sono facilmente raggiungibili, altre, invece, necessitano di un minimo di allenamento; si parte infatti da altezze mozzafiato per scendere poi, tramite sentieri non sempre ben battuti, verso la spiaggia vera e propria.

Un consiglio da orsetto delicato è quello di portarvi sempre dell’acqua da casa per lavarvi quando uscite dal bagnetto in mare in quanto, per la maggior parte delle volte, le spiagge sono sprovviste di servizi adeguati o questi servizi sono a pagamento.

Il Gargano, oltre per le bellissime spiagge e per la particolarità dei suoi paesini, è famoso per l’omonimo Parco Nazionale, sorto nel 1991 e occupante 118.144 ha di territorio. Una vera delizia per gli appassionati di escursionismo e natura, proprio come me! Tra le zone più famose direi di citare la Foresta Umbra, ovvero un’area naturale protetta all’intero nel Parco vero e proprio.

Vi starete sicuramente chiedendo… perché umbra, se siamo in Puglia? La risposta è molto semplice: umbra deriva dal latino e significa cupa, ombrosa, ed è esattamente così che appare agli occhi dei suoi visitatori! I suoi alti e folti alberi nascondono al visitatore l’azzurro del cielo, tanto che, in alcuni tratti, sembra di essere al buio davvero!

Per ora mi fermo qui. Nel prossimo post vi racconterò qualcosa di più culturale! Vi ricordo che se volete vedere le mie foto mi trovate su facebook!

Comunque, per info:
Portale del turismo in Puglia: www.viaggiareinpuglia.it
Sito del Parco Nazionale del Gargano: www.parcogargano.it
Sito del Gargano: www.gargano-vacanze.com

Annunci

3 thoughts on “Un’impepata di Pachulli! – Gargano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...