Concerti/Viaggi

I suoni delle Dolomiti – Prati Col

Eccomi di nuovo qui, a raccontarvi qualche simpatica storiella sulle mie vacanze in Trentino.
Oggi ho deciso di parlarvi di un’iniziativa molto particolare alla quale ho partecipato mentre mi trovavo in zona: i Suoni delle Dolomiti.
Si tratta di una manifestazione musicale che ha ormai luogo da parecchi anni nelle valli di tutto il Trentino e che raduna musicisti da tutto il mondo sulle Dolomiti, che, secondo me, sono le montagne più belle per lo meno di tutta l’Europa. Non a caso, dal 2009 le Dolomiti sono entrate a far parte del novero dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

I Suoni delle Dolomiti hanno visto la partecipazione, nei vari anni di svolgimento, di cantautori e musicisti del calibro di Roberto Vecchioni, Elio e le Storie Tese con tanto di Mangoni, Davide Van de Sfroos, Carmen Consoli, Max Gazzè, Samuele Bersani, Noa, la Banda Osiris, Enrico Ruggeri, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia, Morgan, Ludovico Einaudi e molti altri che non vi cito se no finisco domani mattina.

È davvero una bellissima esperienza e merita davvero, quindi, nel caso voi vi troviate in Trentino durante la stagione estiva e scoprite che nella Valle dove state trascorrendo le vacanze viene organizzato un concerto della manifestazione (che può essere di musica pop-rock o di musica classica), vi consiglio davvero di partecipare, ne rimarrete affascinati.
Per me e i miei padroncini e il padre della mia padroncina è stato così: abbiamo avuto la possibilità di partecipare ad uno dei concerti organizzati a San Martino di Castrozza, più precisamente presso i Prati Col, zona appartenente al Comune di Siror, in uno scenario davvero mozzafiato. Il prato, infatti, si trova in una posizione che regala una vista mozzafiato sull’intero massiccio delle Pale di San Martino, uno dei gruppi montuosi che costituiscono le Dolomiti e uno dei più suggestivi.

Ma procediamo con ordine! Per arrivare alla manifestazione io e i miei padroncini abbiamo preso la navetta a Tonadico e siamo scesi alla stazione dei bus di San Martino di Castrozza, mentre il padre della mia padroncina è arrivato da Tonadico (750 m) a San Martino di Castrozza (1.487 m) in bicicletta, con una “piccola” deviazione fino al Passo Rolle (1.984 m) per poi riscendere a San Martino e raggiungerci, rigorosamente a piedi, ai Prati Col.

Mentre il nostro parente ciclista se la sudava a suon di pedalate, noi scendevamo comodamente dall’autobus e ci avviavamo verso il luogo del concerto.
La carovana di gente che ci precedeva e ci seguiva era davvero impressionante: come tante piccole formichine che vanno verso un cestino da pic-nic imprudentemente lasciato incustodito, centinaia di persone si muovevano verso il luogo dello spettacolo. Tutti lì per veder suonare Richard Galliano, classe 1950, uno dei fisarmonicisti jazz più famosi del mondo!!

Ci aggreghiamo alla massa (conformisti!) e arriviamo ai Prati Col quando Galliano stava provando alcuni dei suoi pezzi e c’era davvero motivo di restare senza parole! Già l’arrivo di per sé al prato è un’esperienza mitica, con le montagne che per tutto il sentiero restano semi nascoste da una collinetta e che si mostrano nella loro immensità solo negli ultimi metri prima di raggiungere il prato. Immaginate di trovarvi col fiato mozzato, un po’ dalla camminata e un po’ dalla visione delle montagne e aggiungetecicome sottofondo le dolci note della fisarmonica suonata da un fenomeno!!

Prati Col con vista sulle Pale di San Martino. Servirebbe un super grandangolo per rendere l’idea di come si è circondati dalle montagne!!

Alle 14.30 circa, sotto il sol leone (portatevi sempre la crema protettiva, serve!), è iniziato lo spettacolo, che è durato circa un’oretta, durante la quale ho approfittato della bellissima giornata per stendermi sotto il sole a prendere un po’ di colorito. Purtroppo dimentico sempre che sono fatto di stoffa e il mio pelo invece di prendere colore, lo perde!!! Infatti alla sera mi sono accorto di essere un po’ sbiadito (sigh), però guardate come ero contento!!!

Col sole che c’è, perché non prendere un po’ di tintarella?

Nel frattempo, il concerto è andato avanti senza interruzioni e Galliano ci ha deliziati con una serie di brani sbalorditivi. Tra le varie melodie suonate dal fisarmonicista, in assoluto la più bella è stata Libertango, scritta dal bandoneonista e compositore argentino Astor Piazzolla verso la fine degli anni ’40 del secolo scorso, e riproposta da Galliano in maniera davvero eccellente. Inoltre, mentre lui suonava, due simpatici sconosciuti, si sono messi a ballare il tango davanti a tutti e questa cosa ha reso la performance ancora più magica.

Ricordo con piacere anche l’omaggio al mitico Lucio Dalla, scomparso nel mese di marzo: Galliano ha infatti suonato Caruso con la sua armonica a bocca, lasciando tutti senza fiato (tranne lui, evidentemente) e a bocca aperta (complice il fatto che faceva, come detto, un caldo della Madonna ed eravamo senza acqua!)

Finito lo spettacolo siamo tornati nel centro abitato di San Martino di Castrozza e, dopo un breve giretto per il borgo, abbiamo ripreso l’autobus per tornare a Tonadico.

Esperienza davvero unica, assolutamente da rifare, magari l’anno prossimo ci andiamo a vedere qualche concerto rock!!!

Per info:
Suoni delle Dolomiti: http://www.isuonidelledolomiti.it
Richard Galliano: http://www.richardgalliano.com/
San Martino di Castrozza: http://www.sanmartino.com

 

Annunci

2 thoughts on “I suoni delle Dolomiti – Prati Col

  1. Visto Giovà, ti volevo fare la sorpresa ma mi hai anticipato, hai scoperto da solo che ho un blog anch’io!! Hahahah!! 😀
    Grazie per esserti iscritto, seguirò i passi di Pachulli con molto piacere! Digli però di stare attento agli altri orsi quando gira per le montagne!!
    Buona giornata!!

    Stefano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...